Home Conosci gli Specialisti  Chiropratico

Il Chiropratico


 

Chi è il chiropratico, storia della chiropratica, formazione e società di chiropratica

18 Aprile 2018

Il chiropratico è un professionista della salute che adopera un metodo terapeutico, per trattare e prevenire il dolore e i disturbi dell'apparato locomotore, basato sulle manipolazioni della colonna vertebrale e delle altre articolazioni, per ristabilire il corretto allineamento delle ossa e aiutare la capacità di auto-guarigione del corpo. Chiamato anche chiroterapista o chiroterapeuta, il chiropratico è in grado di curare i problemi del sistema neuro-muscolo-scheletrico, che causano il mal di schiena, i traumi sportivi, la lombalgia, le cefalee e le altre patologie osteoarticolari, seguendo le linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Cenni storici sulla chiropratica

E' stato Daniel David Palmer a creare ufficialmente la professione sanitaria del chiropratico, nel 1895, in seguito al successo di un trattamento con cui riuscì a diminuire una situazione di sordità in un paziente eliminando l'infiammazione di un nervo attraverso la mobilizzazione manuale della spina dorsale. Infatti, secondo la chiropratica, le patologie del corpo possono derivare dalla compressione dei nervi, da un eccesso o un difetto della mobilità delle articolazioni, dalla postura errata, dal modo di camminare scorretto, ecc. Un altro anno da ricordare è il 1974, quando è nato negli USA il Council on Chiropractic Education (CCE), il primo organismo preposto al riconoscimento delle scuole per studiare chiropratica. Per quanto concerne l'Italia, risale allo stesso anno la nascita dell'Associazione Italiana Chiropratici (AIC), creata con lo scopo di promuovere e proteggere la chiropratica, o chiroterapia, per fermare l'abusivismo e garantire ai pazienti operatori qualificati. Grazie alla legge finanziaria del 2008 è stato istituito presso il Ministero della Salute un registro di dottori in chiropratica a cui possono iscriversi coloro che sono in possesso di un diploma di laurea magistrale in chiropratica oppure di un titolo equivalente, come una laurea in medicina.

Formazione e società scientifiche di chiropratica

Il chiropratico, per poter praticare da professionista, deve conseguire il titolo accademico di Dottore in Chiropratica (DC) e l'abilitazione all'esercizio della sua professione superando l'esame di licenza statale. Nello specifico, gli studi del chiroterapista, che riguardano essenzialmente il sistema neuro-muscolo-scheletrico, si basano sulle scienze biologiche e della salute e sulla scienza e filosofia chiropratica. Gli studi accademici, che durano 5 anni, più 1 anno di tirocinio, per un minimo di 4.500 ore, si svolgono nelle università internazionali riconosciute dal Councils on Chiropractic Education International (CCEI), presenti in maggior numero negli USA, ma anche in Canada e Inghilterra. Per accedervi è necessario un diploma di maturità scientifico e un ottimo inglese. Al riguardo, la Life University statunitense, la più prestigiosa università per studiare chiropratica, ha di recente avviato la prima facoltà di chiropratica a Roma, con corsi in lingua inglese. Le principali materie affrontate nei corsi universitari sono fisiologia, diagnostica, neurologia e tecniche di manipolazione. Fra le società scientifiche, sono da nominare anche la Società Italiana Medici Osteopati e Chiropratici, la World Federation of Chiropractic (WFC) e la European Council on Chiropractic Education (ECCE).


Trova e prenota subito nella tua zona:

Chiropratico

Le principali Prestazioni eseguite

Altri Contenuti
Le informazioni fornite su Visitami hanno natura generale e sono pubblicate con uno scopo puramente divulgativo destinate ad un pubblico generico, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere di un medico.

Trova e prenota con Visitami Chiropratico nella tua zona!
Areasoft S.r.l. © 2016-2019, Via Copernico, 38 - 20124 Milano, P.IVA 09288920961, REA MI-2081110, Cap.Soc. 12.000€